Gallerie Nazionali Barberini Corsini - Palazzo Barberini

Le Gallerie Nazionali d’Arte Antica sono oggi un’unica istituzione museale, con sede a Palazzo Barberini e a Palazzo Corsini. Il complesso di Palazzo Barberini fu concepito quale coronamento dell’ascesa di una famiglia papale. Maffeo Barberini, divenuto papa nel 1623 con il nome di Urbano VIII, acquistò per la sua famiglia una dimora degna di una corte, appartenuta agli Sforza, affidando il primo progetto di ampliamento al Maderno. L’architetto ideò prima una costruzione quadrangolare che inglobava la villa Sforza secondo lo schema classico del palazzo rinascimentale e poi elaborò un progetto ad ali aperte totalmente rivoluzionario che incorniciava gli immensi giardini. Alla morte di Maderno subentrò alla direzione del cantiere Gian Lorenzo Bernini. Quest’ultimo mantenne sostanzialmente il progetto originario di Maderno, progettando probabilmente la loggia vetrata che s’innalza sulla facciata porticata e la scala a pozzo quadrata dalla quale si accede al maestoso salone di rappresentanza affrescato da Pietro da Cortona, accessibile anche dalla scala elicoidale disegnata da Francesco Borromini. La Galleria Nazionale d'Arte Antica nasce ufficialmente nel 1893, dopo che, alla collezione donata allo Stato dieci anni prima dal principe Corsini, si era aggiunta nel 1892 la Collezione Torlonia e negli anni successivi le collezioni Chigi, Hertz, Monte di Pietà ed altre. La sede di palazzo Corsini risultò presto inadeguata ad
ospitare la Galleria Nazionale a causa degli spazi ridotti, in particolar modo quando cominciarono ad affluire sempre più numerose le donazioni e gli acquisti statali. Il Palazzo Barberini, privo delle collezioni fidecommessarie dei principi Barberini per vicende di divisioni familiari e per la legge del 1934 che ne permise la dispersione, fu acquistato dallo Stato nel 1949, e destinato ad essere la nuova sede della Galleria Nazionale d'Arte Antica. Nel 1984 la collezione Corsini fu ripristinata nella sua sede storica, mentre le opere pervenute con successive donazioni o acquisti (Chigi, Torlonia, Hertz), sono state riordinate nel Palazzo Barberini. La ricca collezione consta di dipinti che vanno dal XII al XVIII secolo. La raccolta conserva capolavori di Raffaello, Andrea del Sarto, del Bronzino, ed altre opere del Lotto, del Tintoretto, di Tiziano, del Caravaggio, del Reni, del Domenichino, del Guercino, del Bernini, di Pietro da Cortona e tanti altri. La raccolta dei dipinti del Settecento si collega alla visita (su prenotazione) dell’appartamento, fatto decorare nella seconda metà del secolo da Cornelia Costanza Barberini.

Info

  • Via delle Quattro Fontane, 13 00184 ROMA
  • Da Martedì a Domenica dalle 8.30 alle 19.00
  • Per prenotare: +39 06 32810
  • Mail: info@tosc.it
  • Gli appartamenti del Settecento sono visitabili su prenotazione per gruppi non superiori alle 25 persone. Ogni primo sabato del mese alle ore 11:00.

Opere

Orari

Orario di apertura
- Da Martedì a Domenica, dalle ore 8.30 alle 19.00

Chiusura
- Lunedì
- 25 dicembre, 1 gennaio

La biglietteria chiude un'ora prima della chiusura della Galleria

Biglietti

L’ingresso della biglietteria è in Via delle Quattro Fontane, 13.
La biglietteria è ubicata al piano terra del Palazzo.

Intero integrato Barberini Corsini € 12,00 (+ € 1,00 come diritto di prenotazione)

Ridotto integrato Barberini Corsini € 2,00 (+ € 1,00 come diritto di prenotazione)
- Cittadini dell'Unione Europea tra 18 e 25 anni
- 18 App

Ridotto Card € 6,00 (+ € 1,00 come diritto di prenotazione)
Maxxi € 8,00
(+ € 1,00 come diritto di prenotazione)

Gratuito € 0,00
- Cittadini dell'Unione Europea, sotto i 18 anni;
- Minori extracomunitari;
- Portatori di handicap e ad un loro familiare o ad un altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
- Cittadini di Paesi non comunitari a "condizione di reciprocità" (i minori di 12 anni devono essere accompagnati);
- Guide Turistiche dell'Unione Europea nell'esercizio della propria attività professionale, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- Interpreti Turistici dell'Unione Europea quando occorra la loro opera a fianco della guida, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- Personale del Ministero;
- Membri dell'I.C.O.M. (International Council of Museums);
- Gruppi o comitive di Studenti delle scuole pubbliche o private dell'Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, previa prenotazione e nel contingente stabilito dal capo dell'istituto;
- Allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico);
- Docenti e Studenti iscritti alle Accademie di Belle Arti o a corrispondenti Istituti dell'Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso;
- Docenti o Studenti dei corsi di Laurea, Laurea specialistica o Perfezionamento post-universitario e Dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Scienze della Formazione o Lettere e Filosofia con indirizzo Archeologico o Storico-Artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell'Unione Europea. L'ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di un idoneo documento;
- Docenti di Storia dell'Arte di istituti liceali, mediante esibizione di idoneo documento;
- Giornalisti in regola con il pagamento delle quote associative, mediante esibizione di idoneo documento comprovante l'attività professionale svolta;
- Motivi di studio, ricerche attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonché da organi del Ministero, ovvero per particolari e motivate esigenze i Capi degli Istituti possono consentire l'ingresso gratuito nelle sedi espositive di propria competenza e per periodi determinati a coloro che ne facciano richiesta;
- Guide Turistiche dell'Unione Europea, munite di licenza;
- Personale docente della scuola di ruolo e con contratto a termine è consentito l'ingresso gratuito ai musei, alle aree e parchi archeologici ed ai complessi monumentali dello Stato;
- Dal 28 febbraio 2019 i giorni di gratuità nei musei e siti archeologici del Mibact aumentano da 12 a 20 per ogni anno solare. Il decreto del ministro Bonisoli prevede la conservazione delle prime domeniche di ogni mese da ottobre a marzo, una settimana di ingressi gratuiti che cambierà ogni anno, e che per il 2019 cadrà dal 5 al 10 marzo, e altre otto giornate a disposizione dei singoli direttori che potranno modularle come vorranno nell'arco dell'anno;
- Dal 28 febbraio 2019, per ogni giorno che non prevede gratuità ai giovani dai 18 ai 25 anni, il biglietto è di €2,00. Le medesime agevolazioni si applicano ai cittadini di Paesi non comunitari "a condizione di reciprocità";
- Operatori delle associazioni di volontariato che operano mediante convenzioni presso le sedi periferiche del Ministero;
- Ispettori e Conservatori onorari del Ministero;
- Militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale;
- Membri dell'I.C.C.R.O.M.

Visite guidate

Prezzi
Gruppi: € 150,00 in italiano, € 200,00 in lingua
Scuole: € 60,00 in italiano, € 120,00 in lingua.
Estemporanee: € 6,50

Prenotazioni: 06 32810 info@tosc.it

Bookshop

Ubicato al primo piano del Palazzo, il negozio offre un’ampia selezione di guide del museo in più lingue, pubblicazioni d’arte, cataloghi, cartoline, poster, oggettistica ispirata alle collezioni della Galleria.
Il negozio osserva gli stessi orari di apertura della biglietteria.

Tel. +39 06 42010066

I nostri libri sulla Galleria Nazionale d'Arte Antica di Palazzo Barberini.
Guida ufficiale in italiano, inglese | Caravaggio a Roma - in Rome | La croce dipinta Jacorossi | La volta di Pietro di Cortona in italiano, inglese | Degustazioni d'arte in italiano, inglese, tedesco | Palazzo Barberini. Origine e sistemazione del museo | Dipinti del Settecento | Il Seicento e il Settecento romano nella Collezione Lemme.

Trasporti

- Bus n°: 52, 53, 56, 58, 58/, 60, 61, 95, 116, 175, 492, 590
- Metropolitana Linea A: fermata Barberini

È vietato

- fumare all'interno della Galleria
- mangiare all'interno delle sale
- entrare nella Galleria con carrozzine, animali, ombrelli, borse, marsupi, zaini o altri ingombri che andranno depositati in guardaroba

Gebart SPA ©All Rights Reserved